Cose belle

Il nano minor che il mattino la ferma sulla porta e le dice: Pop! Tu no vai avoae! (trad. stop tu non vai a lavorare). E tutte le domande formulate a modo suo alle quali deve essere prontissima a rispondere: Tu sei? (tu dove sei stata?) Noi amo? (dove stiamo andando?) Pupo o è? (dov’è il lupo?)

Il nano major che la vede con la treccia e si illumina: “Sei bella come una Winx!”

L’Ingegnere.

La nuova canzone di Cremonini. E pure quella dei Coldplay.

Le belle persone che incontri per caso, positive, altruiste ed affettuose senza secondi fini.

Parlare con le colleghe di magia, affinità elettive, karma e alleggerisi il cuore.

Stirare mentre l’Ingegnere le fa la rassegna stampa dai principali quotidiani della giornata appena trascorsa.

Andare a trovare la Giuia Pica (Giulia Piccola by nano minor ovviamente), new entry nel mondo, e la sua mamma, cercando di dare un supporto morale alle prime fatiche. E sentirsi sollevata di non essere più in prima linea.

Progettare fino a tarda sera la nuova porzione di casa di prossima acquisizione – l’Ingegnere calcolatrice alla mano e simulazioni di mutuo, la mamma dei nani sui siti più chic di arredamento e carte da parati. (sapendo che finiranno all’ikea pure questa volta!)

Mandare insulti ed improperi allo zio viaggiatore che le whattsappa fotografie in tempo reale del suo viaggio in Sud Africa, leoni inclusi.

Vedere il nonno dei nani riprendere la sua vita di sempre, ossia ritornare a giocare a carte con i suoi amici il pomeriggio, dopo le brutte notizie ed il soggiorno in ospedale. E festeggiare con il Circo il suo 78esimo compleanno (domani AUGURI PAPA’!).

Passare le feste con gli amici, a tavola a chiacchierare per ore dando fondo alle rispettive dispense, mentre fuori piove ed una manciata di nani si avventa sull’uovo di Pasqua inavvertitamente lasciato incustodito. (Ecco perchè non si sentiva volare una mosca!)

Dormire in quattro nel lettone perchè al parco fuori casa è tornato il cuculo ed il nano major non ha ancora superato il terrore che lo coglie al suo canto. Il nano minor naturalmente lo segue a ruota.

 

 

3 thoughts on “Cose belle

Comments are closed.